Economia comportamentale

L'economia comportamentale è una branca dell'economia politica dedicata allo studio del processo decisionale e di scelta delle persone (consumatori). È anche conosciuta come behavioural economics. L'economia comportale nasce negli anni '70 del Novecento negli Stati Uniti. A differenza dell'economia politica tradizionale, basata sul presupposto della scelta razionale del consumatore ( teoria del consumatore classica ), l'economia comportamentale analizza il processo decisionale reale del consumatore che può, pertanto, essere basato anche su motivazioni irrazionali. Viene superato il concetto di homo oeconomicus come attore economico che opera con razionalità perfetta e dispone di informazioni perfette. Nell'economia comportamentale assumono grande importanza i fattori quali la percezione del valore e della spesa disponibile, dove la rappresentazione di una scelta è in funzione dei processi cognitivi personali e soggettivi di ogni consumatore. Talvolta le scelte non seguono né la razionalità, né il buon senso, qualche volta nemmeno la volontà del consumatore. In questo ambito di studio si sviluppa l'economia comportale. Da quest'ultima ha origine anche il marketing comportamentale, una disciplina del marketing, che prende spunto dalla teoria economica comportamentale per studiare il modo in cui le scelte del consumatore possono essere influenzate da fattori esterni diversi dal pricing ( prezzo ), perlopiu fattori psicologico-sociali.

https://www.okpedia.it/economia_comportamentale



Economia comportamentale