Anne Robert Jacques Turgot

Anne Robert Jacques Turgot      A.R.J. Turgot è un filosofo, politico ed economista francese del XVIII secolo, barone di Aulnes. Nasce nel 1727 a Parigi. Al termine degli studi si avvia alla carriera di amministratore pubblico, fino a ottenere incarichi di prestigio che gli consentono di mettere in pratica le sue teorie economiche d'impronta liberista. Muore a Parigi nel 1781.

La carriera di Turgot come amministratore pubblico

Turgot comincia la sua carriera come amministratore pubblico ( intendant ) del distretto di Limoges. Nel 1774 viene nominato ministro delle finanze, del commercio e dei lavori pubblici ( controleur général ). Durante il suo mandato segue le idee fisiocratiche e adotta politiche di liberalizzazione del commercio del grano ( laissez faire ), di risanamento tributario mediante tagli alla spesa pubblica.

Turgot introduce una tassa sulla nobiltà e decide di abolire le corveé ( lavoro stradale forzato ) nonché diversi privilegi corporativi. Le sue politiche ledono gli interessi economici del clero e della nobiltà che ottengono dal sovrano l'allontanamento di Turgot dal ministero. Le decisioni prese da Turgot durante il suo incarico sono revocate dal suo successore.

Il liberismo e le politiche fisiocratiche

Il suo pensiero economico si colloca nella scuola fisiocratica francese di François Quesnay. Secondo Turgot il sistema economico tende all'equilibrio in modo naturale, per effetto dell'azione delle forze di mercato. Il sistema economico, i redditi e la popolazione tendono tendono ad autoregolarsi. Ogni intervento sull'economia da parte dei governi è, quindi, dannoso.

Nel 1769-70 pubblica il trattato "Riflessioni sulla formazione e la distribuzione delle ricchezze", la sua opera principale, in cui elabora una visione organica e completa delle teorie economiche fisiocratiche. Turgot pubblica questo breve trattato quando è ancora intendente di finanza in provincia, prima di diventare il ministro delle finanze di Luigi XVI ( 1774 ).

Nell'opera Turgot cui anticipa diversi concetti di Adam Smith, come la divisione del lavoro, la differenza tra il prezzo di mercato e il prezzo naturale, la rendita come prodotto netto, la tendenza al salario di sussistenza e una teoria sul tasso di interesse determinato dal risparmio.

La teoria del capitale e dell'interesse di Turgot

Turgot considera il profitto come il compenso dell'opera e dell'intraprendenza degli imprenditori ( homme industrieux ), seguendo una visione già adottata da Richard Cantillon qualche decennio prima.

Il capitale è, invece, considerato come un'anticipazione di risorse ( capitale reale ) accumulate in passato che dà diritto a un interesse, in quanto colma il divario temporale tra la l'investimento iniziale e l'ottenimento del prodotto finito nel processo produttivo.

Secondo Turgot, il tasso di interesse è determinato dalle forze del mercato, dalla domanda e dall'offerta. È quindi un indicatore della scarsità o meno del capitale nel sistema economico.

https://www.okpedia.it/anne-robert-jacques-turgot



Fisiocrazia

Economisti fisiocratici