Elettrocalamita

Una elettrocalamita, o elettromagnete, è uno strumento che ha un comportamento simile a quello di una normale calamita. Quando un filo conduttore viene attraversato da una corrente elettrica, si genera intorno ad esso un campo magnetico. L'intensità del campo magnetico aumenta se si avvolge il filo su un cilindro di materiale ferromagnetico, in quanto le forze magnetiche delle spire che si formano si sommano tra di esse. Così si forma un'elettrocalamita. La differenza più importante tra un'elettrocalamita e una calamita è che la prima è un magnete temporaneo. Infatti, se si toglie la corrente, l'elettromagnete perde tutta la sua forza magnetica. Tuttavia all'interno del nucleo può rimanere una magnetizzazione residua, a seconda del materiale e dell'intensità della corrente usata. Le elettrocalamite vengono utilizzate principalmente quando bisogna azionare interruttori elettrici a distanza (i relè) e dove c'è bisogno di forti campi magnetici, in cui bisognerebbe ricorrere a grandi e pesanti calamite. Gli elettromagneti sono anche alla base di tutti i motori elettrici.



 
 







 

Elettricità / energia elettrica

Ultimo aggiornamento

    Home | Bibliografia |