OkPedia  | Home | Energia | Stampa | PDF |

Corrente alternata

La corrente alternata è il tipo di corrente che viene utilizzato per trasportare l'energia elettrica dal luogo di produzione fino alle case e alle industrie. A differenza della corrente continua, nella corrente alternata il verso di tensione e corrente si inverte continuamente, fino a raggiungere in alternanza due valori massimi di segno opposto. Quest'alternanza viene ripetuta per 50 volte al secondo. In questi casi si dice che tensione e corrente hanno una frequenza di 50 hertz. La tensione e la corrente elettrica hanno un andamento sinusoidale, paragonabile alla proiezione un punto rotante in una circonferenza. Questo tipo di corrente offre diversi tipi di vantaggi: il primo tra tutti è la facilità con la quale viene modificato il livello di tensione, cosa indispensabile nel trasporto di energia elettrica. Infatti per evitare la perdita di corrente in calore è necessario trasportare ad alta tensione (precisamente 100000 Volt) la corrente. Tutto ciò seguendo l'effetto Joule, il quale dice che, a parità di resistenza, la potenza che si trasforma in calore è proporzionale al quadrato della corrente. Vicino alle abitazioni degli utilizzatori, invece, la tensione viene tenuta bassa, a 220 Volt, per ragioni di sicurezza. Altre caratteristiche positive sono la maggior facilità nello gestire i generatori e alcuni vantaggi in più nel settore dei motori elettrici. Per finire nella corrente alternata non si registrano problemi di corrosione elettrochimica dei circuiti, cosa invece molto frequente nella corrente continua.