OKPEDIA APPRENDISTATO

Apprendistato

L'apprendistato è un rapporto di lavoro in cui il datore di lavoro prende l'impegno di curare la formazione dell'apprendista occupandolo in attività lavorative per farlo diventare un lavoratore qualificato. Nel contratto di apprendistato il giovane lavoratore accetta condizioni contrattuali favorevoli al datore di lavoro che si impegna a fornire al lavoratore la formazione professionale. L'apprendistato deve essere redatto in forma scritta ed essere corredato da un Piano Formativo Individuale. Il contratto di apprendistato è una forma di lavoro atipico. L'apprendistato delinea un rapporto di lavoro subordinato con causa mista in cui si afferma da un lato l'offerta di una prestazione di lavoro in cambio di una retribuzione e dall'altro uno scambio tra l'attività lavorativa del lavoratore e la formazione professionale che è tenuto ad offrire il datore di lavoro. L'apprendistato è disciplinato dalla legge ed è subordinato al rispetto dei vincoli prescritti dalle normative che ne fissano anche la durata e le modalità di accesso. Esistono diversi tipi di apprendistato. La principale normativa che disciplina il contratto di apprendistato è il decreto Legislativo 276 del 2003 (art.47-53) che ha attuato la legge Biagi. In passato l'apprendistato era disciplinato dagli articoli 2130-2134 del codice civile e della legge 25 del 1955. Il settore è stato ulteriormente disciplinato (riordinato) con la legge 247/2007 in cui si chiariscono le modalità di utilizzo , si rafforza il ruolo della contrattazione collettiva, sono introdotti gli standard di qualità della formazione in apprendistato e si uniforma l'apprendistato professionalizzante sul territorio nazionale. Ulteriori modifica sono apportate con la legge 133 del 2008 in cui il legislatore interviene per la semplificazione dei contratti di apprendistato e per valorizzare l'apprendistato di alta formazione.

L'apprendistato è un contratto di lavoro finalizzato alla formazione dei giovani lavoratori. E' un contratto di lavoro a forma mista, in cui il datore di lavoro (azienda) si impegna a fornire all'apprendista la formazione necessaria per diventare un lavoratore qualificato. Pur essendo un rapporto di lavoro antico, il contratto di apprendistato ha trovato una grande attenzione nella società contemporanea come possibile risposta al problema della disoccupazione giovanile. Le aziende che assumono mediante contratto di apprendistato ottengono dei benefici contributivi come compensazione dei costi di formazione e remunerazione del vantaggio sociale.

Benefici sociali e limitazioni dell'apprendistato

Se da un lato l'assunzione dei giovani lavoratori ha un evidente risvolto collettivo e sociale positivo, dall'altro l'azienda sostiene dei costi in termini di formazione e di mancata esperienza professionale del lavoratore. Da ciò si comprende l'incentivo dello Stato nei confronti delle aziende che stipulano contratti di apprendistato o di formazione al lavoro.

Forme di apprendistato

Esistono tre diversi tipi di contratto di apprendistato:

  • Contratto di apprendistato per l'espletamento dell'obbligo formativo. Possono usufruire della formazione i giovani che abbiano compito almeno 15 anni d'età. Il contratto ha una durata non superiore a 3 anni ed è finalizzato a conseguire una qualifica professionale.
  • Contratto di apprendistato professionale. Possono usufruire della formazione professionale i giovani con età compresa tra 18 e 29 anni. Il contratto può essere stipulato anche a partire da 17 anni se il giovane lavoratore possiede una qualifica professionale. Il contratto di formazione è finalizzato al conseguimento di una qualifica, attraverso la formazione al lavoro e l'apprendimento tecnico/professionale.
  • Contratto di apprendistato per l'acquisizione di un titolo. Possono usufruire della formazione i giovani con età compresa tra 18 e 29 anni. Il contratto può essere stipulato anche a partire da 17 anni se il giovane lavoratore possiede una qualifica professionale. Il contratto di formazione è finalizzato al rilasciodi un titolo di studio di livello secondario, universitario o di specializzazione professionale superiore.

L'apprendistato è un rapporto di lavoro in cui il datore di lavoro si obbliga a corrispondere una retribuzione e una formazione professionale al lavoratore apprendista. Al termine dell'apprendistato (o tirocinio) il lavoratore deve aver conseguito una capacità tecnica tale da presentarsi sul mercato del lavoro come lavoratore qualificato. Nel corso dell'apprendistato il lavoratore svolge le funzioni lavorative a lui assegnate nell'impresa come lavoratore dipendente. L'istituto dell'apprendistato è stato riformato nel 2011 con l'introduzione del Testo unico dell'apprendistato che lo inquadra come un rapporto di lavoro finalizzato all'occupazione.




Lavoro atipico

Tipi di lavori atipici

Altre pagine