Robert Owen

Robert OwenRobert Owen è un industriale ed economista inglese del XIX secolo. Nasce a Newton nel 1771. È un riformatore sociale e un teorico dell'associazionismo cooperativo, nonché uno dei primi pensatori socialisti. Nei primi anni della sua vita dirige e amministra il suo stabilimento tessile a New Lanark ( Scozia ). Sperimenta senza successo un'organizzazione produttiva alternativa, basata sulla cooperazione, più equa e giusta nei confronti dei lavoratori. Dopo la fallimentare esperienza, si dedica alla propaganda sociale e attività sindacale. È uno degli organizzatori del movimento sindacale e cooperativo in Gran Bretagna. Propone un modello utopistico di società comunista, retta dalla cooperazione anziché la competizione, e la proprietà comune dei mezzi di produzione. Muore a Newton nel 1858.

L'organizzazione cooperativa della produzione di Owen

Owen critica il sistema di fabbrica competitivo nato dalla rivoluzione industriale, perché genera la povertà, causa lo sfruttamento del proletariato e alimenta l'egoismo umano.

Nota. Secondo Owen i poveri non hanno alcuna colpa del loro stato economico, né possono migliorarlo, perché è determinato dall'affermazione del sistema capitalistico. Pertanto, Owen si oppone all'opinione prevalente nella sua epoca che addossa ai poveri la colpa della loro povertà.

Per coniugare gli obiettivi di efficienza e giustizia sociale, Robert Owen sperimenta una forma di gestione cooperativa nella sua fabbrica a New Harmony ( USA ).

Spera così di promuovere un'organizzazione della produzione basata sulla cooperazione e modificare la società che gravita intorno al nucleo della fabbrica.

l'organizzazione cooperativa della produzione di Owen

Tuttavia, il suo tentativo fallisce. Le altre imprese continuano a preferire il modello competitivo capitalistico e le condizioni dei lavoratori non migliorano.

Nota. Dopo l'esperienza fallimentare americana, Robert Owen torna in patria per occuparsi interamente all'attività sociale e politica di riformatore. Utilizza l'esperienza maturata nei suoi esperimenti in fabbrica per elaborare e proporre una riforma della società.

Le riforme sociali e il socialismo utopico di Owen

Robert Owen elabora un modello di società comunista guidata da un governo centrale.

La teoria di Owen è una forma di socialismo organicista. Secondo Owen il carattere dell'uomo è determinato dall'ambiente. Pertanto, non riconosce alcun legame tra libertà individuale e giustizia sociale. Per rimuovere l'egoismo e le ingiustizie, suggerisce l'intervento riformatore dello Stato. È una forma di socialismo organicista.

Owen si oppone alla lotta di classe violenta. È convinto che la società possa cambiare in modo pacifico tramite l'intervento di un'autorità centrale di governo.

il socialismo organicista di Robert Owen

Al governo centrale spettano i seguenti compiti:

  1. pianificare la produzione
  2. gestire lo sviluppo economico, tecnico-scientifico
  3. occuparsi dell'emancipazione, educazione e formazione delle persone

Nell'utopia di Owen il governo è affidato a un governo di anziani.

Nota. Dovendo esserci un'autorità centrale, secondo Owen è preferibile affidare il governo centrale ai più anziani. La selezione per età ( gerontocrazia ) è considerata la via più naturale possibile. Per questa ragione, tutta la gerarchia di potere e i rapporti sociali si basano sulle differenze d'età.

La città ideale di Owen è suddivisa in villaggi cooperativi e comunità di lavoro.

In ogni villaggio cooperativo i lavoratori godono di buoni condizioni di lavoro e salariali.

I mezzi di produzione sono di proprietà comune

Owen riconosce l'importanza delle macchine e il loro apporto alla crescita della produzione.

Ne contesta gli effetti sociali quando i mezzi di produzione sono di proprietà di poche persone.

Tramite la proprietà comune delle macchine risolve il problema alla radice.

Le merci sono scambiate tramite i buoni lavoro

la teoria del valore-lavoro e della moneta di Robert Owen

Il valore della merce è determinato in base al lavoro contenuto nella merce stessa.

Nota. Per scrivere la sua teoria Owen utilizza la teoria del valore-lavoro di David Ricardo, una delle teorie più affermate all'inizio dell'Ottocento.

Nella sua utopia non c'è alcuna moneta.

Lo scambio delle merci si svolge tramite l'utilizzo dei buoni lavoro.

Le opere di Robert Owen

  1. Una nuova concezione della società ( 1812-13 )
    [ A New View of Society ]
  2. Osservazioni sugli effetti del sistema manifatturiero ( 1815 )
  3. Memoriali a favore della classe lavoratrice ( 1818 )
  4. Rapporto alla contea di Lanark ( 1821 )
  5. Letture su un'organizzazione completamente nuova della società ( 1830 )
  6. Il libro del nuovo mondo morale ( 1836 )
    [ The Book of the New Moral World ]
  7. Sull'impiego dei bambini nelle manifatture ( 1848 )

https://www.okpedia.it/robert-owen


Segnala un errore o invia un suggerimento per migliorare la pagina


Il socialismo

  1. Il pensiero economico socialista
  2. Le origini
  3. La scuola marxista
  4. Karl Marx