OkPedia  | Home | Tributi | Indice | pdfStampa | pdfPDF |

Tributo

Il tributo è una prestazione economico-patrimoniale coattiva che deve essere corrisposta allo Stato in virtù della sua potestà impositiva, al fine di ottenere le risorse economiche ( entrate pubbliche ) necessarie alla copertura finanziaria della spesa pubblica. È una prestazione obbligatoria in denaro dei cittadini ( contribuenti ) per il finanziamento delle spese pubbliche. Dal punto di vista dello Stato i tributi sono una entrata pubblica. I tributi possono essere classificati nel seguente modo:

  • Imposta. L'imposta è un tributo che incide tutta la collettività ed è finalizzato al finanziamento delle spese pubbliche nella loro generalità e delle spese di funzionamento dello Stato. Le imposte possono essere dirette o indirette.
  • Tassa. La tassa è il corrispettivo per una prestazione offerta dallo Stato su richiesta di un soggetto. Ad esempio le tasse scolastiche.
  • Contributo. Il contributo è un prelievo coattivo a carico dei soggetti che beneficiano dei servizi pubblici anche se li hanno non richiesti. Ad esempio i contributi previdenziali e assistenziali.

I tributi sono prestazioni obbligatorie in denaro richieste ai contribuenti dallo Stato o dagli enti pubblici per finanziare gli interventi di spesa pubblica. Le principali tipologie di tributi sono le imposte e le tasse. L'imposta è un tributo prelevato dai contribuenti in base al principio del sacrificio per finanziare le spese pubbliche. La tassa è un tributo prelevata al momento della fruizione di un determinato servizio pubblico in base al principio del beneficio. Nell'antica Roma i tributi erano una contribuzione obbligatoria a carico dei cittadini in rapporto al censo. Secondo l'ordinamento giuridico italiano nessun tributo personale o patrimoniale può essere imposto se non in base alla legge.

Storia del tributo. Nell'antica Roma il tributo è una contribuzione obbligatoria pagata dai cittadini, in rapporto al proprio censo, alla propria tribù di appartenenza. Da questa caratteristica deriva il termine "tributo" (tribù). Successivamente la parola sopravvive alla caduta dell'Impero romano, nel medioevo è utilizzata per indicare una imposizione pagata dal suddito al signore feudale o da quest'ultimo all'imperatore sovrano. In epoca moderna e contemporanea il tributo è una leva mediante la quale lo Stato finanzia la spesa pubblica. Il tributo è determinato per legge. In Italia non è ammesso il ricorso al referendum popolare per l'abrogazione delle leggi tributarie e tutti sono tenuti al pagamento dei tributi in base alla propria capacità contributiva.

Caratteristiche del tributo. Il tributo è caratterizzato dall'obbligo giuridico del contribuente che non può sottrarsi dal dovere senza commettere un illecito ( evasione fiscale ). Nel linguaggio comune i tributi sono spesso indicati con il termine "tasse", va tuttavia precisato che tale associazione è impropria poiché le tasse rappresentano soltanto una particolare tipologia dei tributi. La tassa è una prestazione richiesta in funzione, effettiva o potenziale, di un determinato servizio o bene pubblico divisibile. Il tributo tassa si distingue, pertanto, dagli altri tributi come, ad esempio, le imposte, i dazi o i contributi.

condividi



 
 
commenti