Le tabelle nella A.I.

Approccio a tabelle all'intelligenza artificiale. L'approccio all'intelligenza artificiale tramite le tabelle è uno dei metodi per consentire ad un agente razionale di maturare esperienza sulla base della sequenza percettiva del passato. L'agente memorizza le caratteristiche dell'ambiente in una tabella, un vettore o una matrice, e analizza le conseguenze di ogni sua decisione. L'esempio classico è il gioco degli scacchi o il tris. L'agente razionale memorizza la posizione delle pedine ad ogni turno e, scandagliando la sequenza di gioco, cerca di individuare nella sequenza percettiva una sequenza identica. In base all'esperienza passata elabora la mossa migliore. La sequenza percettiva in tabelle può essere costruita in due modi:

  • Esperienza diretta. L'agente razionale registra le sequenze percettive e le sue decisioni. In origine le decisioni sono prese casualmente, con il passare dei cicli di esperienza saranno prese in base all'esperienza passata. Per maturare una esperienza ottimale può, tuttavia, essere necessario un grande numero di cicli di esecuzione dell'agente razionale.
  • Esperienza programmata. Il programmatore inserisce nel sistema le sequenze percettive e le migliori azioni possibili. Il progettista potrebbe, tuttavia, non avere il tempo per creare una tabella che contempli tutti i casi possibili. Non è detto, inoltre, che le azioni indicate dal progettista siano effettivamente le migliori possibili.

L'approccio a tabelle è tuttavia fallimentare poiché per memorizzare una sequenza percettiva può essere necessario disporre di una grande capacità di memoria. Se questo è possibile per un gioco come il tris, non esiste al mondo una memoria tanto grande da memorizzare tutte le sequenze percettive di un'ora di guida al volante di un'automobile Non ci sarebbe fisicamente modo per registrare tutte le informazioni su un supporto di memoria.




Intelligenza artificiale