Buzz Marketing

Il buzz marketing è l'insieme delle tecniche non convenzionali del marketing finalizzate ad alimentare un passaparola o un meccanismo auto-espansivo. Il termine buzz marketing è onomatopeico. Infatti, il termine 'buzz' richiama il ronzio di uno sciame di api o il mormorio delle persone. Nel marketing online il buzz marketing comprende una serie di tecniche per far parlare di un prodotto o di un servizio senza ricorrere alla pubblicità tradizionale. Alcune tecniche di buzz marketing vertono sul presidio degli spazi forum o sulla complicità di alcuni blogger.

Il buzz marketing non va confuso con lo spam pubblicitario. Nel caso del buzz marketing tra scrittore e lettore si realizza una conversazione online. Il prodotto non è pubblicizzato ma soltanto segnalato e portato all'attenzione dei lettori. Ad esempio, "è uscito in commercio il nuovo scooter della XX, cosa ne pensate?". L'autore del buzz marketing è noto ai suoi lettori come opinion maker all'interno di un blog o di un forum. I suoi 'post' sono pertanto presi in seria considerazione da tutti gli altri membri della community.

I limiti del buzz marketing. Nel corso del tempo gli eccessi del buzz marketing possono penalizzare la credibilità di chi lo attua o si presta. In particolar modo se l'opinion maker non conserva la 'giusta' distanza dal prodotto che sta segnalando, lasciando libera espressione critica ai propri interlocutori.

Quando il buzz marketing ha successo. Il buzz marketing ha successo quando il prodotto o il servizio segnalato diventa oggetto di conversazione positiva ed acquisisce in tal modo una notorietà. Al contrario, fallisce quando nella conversazione prevalgono gli aspetti negativi o nel caso in cui l'argomento non desta l'attenzione delle community online.


 
 
commenti