Referendum costituzionale

Il referendum costituzionale è uno strumento previsto dai padri costituenti per il procedimento aggravato di revisione della Costituzione. Le leggi costituzionali richiedono la doppia deliberazione delle camere del Parlamento con intervallo di almeno tre mesi tra la prima e la seconda votazione. In caso di maggioranza assoluta è possibile richiedere che il progetto di revisione costituzione sia sottoposto al referendum popolare. Il referendum costituzionale può essere richiesto entro tre mesi dalla pubblicazione della legge in Gazzetta Ufficiale dai seguenti soggetti:

  • 500.000 elettori
  • 1/5 dei membri di ciascuna camera del Parlamento
  • 5 Consigli regionali

La richiesta di referendum deve pervenire entro 3 mesi dalla pubblicazione. In caso di mancata richiesta del referendum dopo i 3 mesi dalla pubblicazione il progetto si intende tacitamente approvato dal corpo elettorale. Il referendum costituzionale non può essere richiesto se il progetto di revisione costituzionale ottiene nella seconda votazione la maggioranza qualificata, pari a 2/3 dei membri parlamentari, da entrambe le Camere del Parlamento.

Risultato referendum costituzionale. Possono partecipare al referendum costituzionale tutti i cittadini aventi diritto al voto. Il referendum costituzionale, a differenza del referendum abrogativo, è caratterizzato dall'assenza del quorum. Il progetto di revisione costituzionale si intende approvato se ottiene al referendum la maggioranza dei voti validi. In caso di parità di voti o di maggioranza di voti NO come esito della consultazione referendaria, il progetto di revisione costituzionale non si trasforma in legge e non viene promulgata.

https://www.okpedia.it/referendum_costituzionale


Segnala un errore o invia un suggerimento per migliorare la pagina