Forme di Stato

La forma di Stato è il rapporto che si instaura tra la società civile e le istituzioni che esercitano la sovranità. Dal punto di vista storico si individuano le seguenti forme di Stato:

  • Stato assoluto. Nello Stato assoluto la sovranità è esercitata dal sovrano senza alcun limite o controllo da parte delle istituzioni. La parola del sovrano è legge. Lo stesso Stato è considerato una proprietà del sovrano. È la forma più arcaica di Stato.

  • Stato autoritario. Nello Stato autoritario la sovranità è esercitata da un partito egemone o da un dittatore. È una forma di Stato assoluto moderna. Pur essendo presente una rappresentanza politica, quest'ultima è fortemente limitata dal potere del governo. Nella storia alcuni paesi democratici-liberali sono involuti nello Stato autoritario (es. Germania anni '30).

  • Stato liberale. Nello Stato liberale la felicità dei cittadini entra a far parte degli obiettivi e delle finalità da perseguire di uno Stato. Nello Stato liberale i cittadini possiedono tutela giuridica nei confronti dello Stato. La forma di Stato liberale nasce sulla scia dell'illuminismo e della rivoluzione francese. Nello Stato liberale la legge prevale sull'arbitrio del sovrano e tutti, ivi comprese le istituzioni, devono farvi riferimento. Cosiddetto Stato di diritto. A tale scopo lo Stato si dota di una carta costituzionale, di grado superiore alle leggi ordinarie, per regolare i principi fondanti e l'organizzazione dei poteri che sono suddivisi e assegnati a specifiche istituzioni e organi dello Stato. In questi casi si parla di Stato costituzionale.

  • Stato democratico. Lo Stato democratico è la forma di Stato liberale più avanzata. Nello Stato democratico tutti i cittadini partecipano mediante il voto e la rappresentanza politica alla sovranità dello Stato. Lo Stato democratico si caratterizza per l'estensione del diritto di voto a tutti i cittadini (suffragio universale). Si parla di Stato sociale quando lo Stato democratico si pone come obiettivo e principio fondante dello Stato l'uguaglianza dei cittadini, da raggiungere fornendo a tutti un minimo garantito e le medesime possibilità di partenza.

  • Stato socialista. Lo Stato socialista è la forma di Stato in cui la sovranità è assegnata al popolo, in base allo schema del partito unico. Lo Stato socialista nasce nel 1917 in Russia sulla base delle teorie socialiste sviluppate nel corso dell'ottocento. Pur essendo definitivamente tramontato in Russia con la dissoluzione dell'Unione sovietica, lo Stato socialista è ancora oggi la forma di Stato in paesi come la Cina, la Corea del Nord, Cuba. Nello Stato socialista gran parte delle libertà individuali sono limitate dallo Stato.

Forma di Stato e territorio

La forma di Stato può essere analizzata anche in base alla ripartizione della sovranità sul territorio. Possiamo individuare tre diverse forme di Stato territoriali.

  • Stato unitario. La sovranità è esercitata dallo Stato centrale su tutto il territorio.

  • Stato federale. La sovranità viene esercitata in parte dallo Stato centrale ed in parte dalle istituzioni locali che esercitano la sovranità nelle materie delegate. Lo Stato federale può nascere in due diversi modi.

    • Uno Stato unitario può decidere di avviare una riforma basata sul decentramento di alcuni poteri centrali agli enti locali.
    • Stati indipendenti possono delegare parte della propria sovranità ad uno Stato centrale (sovrannazionale). Gli Stati mantengono la propria sovranità nelle materie non delegate.
  • Stato regionale. Lo Stato regionale è una forma di Stato intermedia tra lo Stato unitario e quello federale. Nello Stato regionale la sovranità è esercitata prevalentemente dallo Stato centrale. Alcune materie sono decentrate agli enti locali. Lo Stato centrale conserva tuttavia un potere di controllo e di indirizzo nei confronti delle autonomie locali.

https://www.okpedia.it/forme-di-stato