OKPEDIA PANNELLI SOLARI

Collettori solari

collettori solariI collettori solari sono pannelli solari in grado di sfruttare l'energia solare per produrre calore, acqua calda sanitaria o riscaldamento dell'ambiente. I collettori solari sono anche conosciuti con il nome di pannelli solari termici. Non vanno confusi con i pannelli solari fotovoltaici che, malgrado il nome comune, sono realizzati con una tecnologia completamente diversi dai collettori solari e sono finalizzati a produrre energia elettrica.

Categorie di collettori solari

I collettori solari si distinguono principalmente in due distinti prodotti.

  • Collettori solari piani
  • Collettori solari a tubi sotto vuoto

Le due tipologie si distinguono in particolar modo per il diverso grado di protezione nei confronti delle condizioni atmosferiche esterne. I collettori piani sono particolarmente adatti per le basse latitudini a sud, il sole è sufficientemente alto nel cielo e consente un irraggiamento perpendicolare anche con i pannelli riposti sul piano. Non necessitano di particolari protezioni dalle intemperie. I collettori solari a tubi sotto vuoto sono adatti per essere installati nelle regioni più a nord. Possono essere inclinati verticalmente ed hanno una maggiore protezione contro le intemperie atmosferiche, il gelo e il freddo. Il rendimento dei pannelli solari sotto vuoto è in media superiore a quello dei collettori solari piani.

Altre classificazioni dei collettori solari

I collettori solari possono essere classificati anche tramite i seguenti criteri:

  • collettori solari a circolazione naturale o forzata
  • collettori solari con serbatoio integrato o separato

Come funziona un collettore solare

Come funziona un collettore solare (pannello solare termico). La superficie del pannello solare è composta da una rete di tubi in cui circola un fluido termovettore. Il calore proveniente dai raggi solari si trasferisce al liquido termovettore che entra in circolo in modo naturale (circolazione naturale) o in modo forzata (circolazione tramite pompa elettrica). La circolazione del fluido termovettore in una serpentina (detta "scambiatore") all'interno di un serbatoio di acqua calda, consente di scambiare il calore del liquido termovettore con l'acqua del serbatoio, aumentando la temperatura media dell'acqua. I serbatoi possono essere integrati nel pannello solare o posti a distanza (separati). Generalmente i serbatoi d'acqua sono coibentati per mantenere il calore il più a lungo possibile. Nel momento in cui l'utente apre il rubinetto di casa, la depressione nell'impianto idraulico fa scendere l'acqua calda del serbatoio verso il rubinetto fino allo svuotamento del serbatoio stesso. Una volta esaurita la capacità dei litri del serbatoio si dovrà attendere che il collettore solari riscaldi nuovamente l'acqua sanitaria. Per questa ragione è importante scegliere la capacità di litri del serbatoio del collettore solare sulla base delle proprie reali esigenze e del numero delle persone residenti in una casa. Un serbatoio troppo piccolo può causare disagi. A differenza di uno normale scaldabagno, un collettore solare termico non potrà riscaldare l'acqua di notte. Inoltre, il rendimento del collettore si riduce nelle giornate piovose. E' sempre consigliabile abbinare la presenza del collettore solare con quella di una piccola caldaia o di uno scaldabagno elettrico di emergenza.

https://www.okpedia.it/collettori-solari



Altre info sui pannelli solari


Questo sito utilizza cookie tecnici. Sono presenti alcuni cookie di terzi ( Gooogle, Facebook ) per la personalizzazione degli annunci pubblicitari. Cliccando su OK, scorrendo la pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera acconsenti all’uso dei cookie.

Per ulteriori informazioni o per revocare il consenso fai riferimento alla Privacy del sito.