Certezza del diritto

La certezza del diritto è il principio giuridico in base al quale una norma giuridica deve essere formulata in modo chiaro ed essere soggetta ad una interpretazione univoca. Ogni persona deve essere in grado di prevedere le conseguenze giuridica della propria condotta. A tale obiettivo si giunge quando le norme giuridiche sono chiare, generali e astratte. La certezza del diritto è alla base della giurisprudenza, tuttavia a volte non è sempre possibile giungere ad una interpretazione univoca ( interpretazione giuridica ). Per tali ragioni la certezza del diritto più che un elemento delle norme giuridiche è un obiettivo a cui il legislatore deve tendere in fase di produzione delle leggi. Sulla certezza del giuridico possiamo distinguere due distinte scuole di pensiero giuridico:

  • Teorie formalistiche. Le teorie giuridiche formalistiche pongono la certezza giuridica alla base del diritto.
  • Teorie antiformalistiche. Le teorie giuridiche antiformalistiche, al contrario, considerano poco realistica la certezza del diritto. Le teorie antiformalistiche raggiungono l'apice nel realismo giuridico dell'americano Jerome Frank che pone alla base del diritto non la certezza del diritto bensì l'attività interpretativa e le decisioni del sistema giudiziario.
https://www.okpedia.it/certezza_del_diritto


Segnala un errore o invia un suggerimento per migliorare la pagina