Storia di Matera

In epoca romana la città di Matera è divisa in due parti, una zona superiore e una inferiore. La zona alta della città è fortificata e vi risiedono prevalentemente i nobili e le persone benestanti. La zona bassa della città è, invece, destinata ai contadini e pastori. Col passare dei secoli le due anime urbanistiche della città si fondono in un unico complesso urbano. Nel corso della storia la città di Matera occupa un ruolo di rilevo nel territorio della Basilicata, fino all'Ottocento quando conosce una profonda crisi economica e si avvia alla decadenza. La popolazione è costretta a vivere in condizioni di estrema povertà in case ormai ridotte ad essere delle semplici stalle costruite l'una sopra l'altra ( Sassi di Matera ).

Sassi di Matera

L'unico accesso all'acqua deriva da un sistema di canali e di cisterne che permettono di trattenere l'acqua piovana. Le misere condizionidi vita permangono fino alla seconda metà del Novecento quando un piano di intervento pubblico consente ai cittadini di abbandonare le vecchie abitazioni per trasferirsi nella nuova area urbana della città. I Sassi di Matera, quasi perfettamente conservati, sono stati dichiarati uno dei patrimoni dell'umanità da parte dell'UNESCO e rappresentano una delle principali mete turistiche della Basilicata e del meridione d'Italia.


 
 
commenti