Banca

La banca è una impresa di intermediazione nel settore del credito e del risparmio. Le principali funzioni di una banca consistono nella raccolta di depositi e risparmi, nella custodia di valori, nella concessione di prestiti, nella fornitura di mezzi di pagamento, nella collocazione di titoli del debito pubblico, nell'acquisto di valori mobiliari e nella compravendita di titoli. La banca è una impresa privata e come tale persegue il profitto come obiettivo principale d'impresa. Le principali entrate (o ricavi) delle banche sono derivate dai tassi di interessi attivi applicati sull'offerta del credito. Altre entrate secondarie sono costituite dalle commissioni d'intermediazione e dai costi dei servizi bancari (depositi, conti correnti, custodia, ecc). Le principali uscite (o costi) di una banca sono rappresentate dal costo delle strutture, del personale e dai tassi d'interesse passivi pagato ai propri correntisti nella raccolta dei depositi. Il ricavo di intermediazione bancaria nel settore del credito è dato dallo spread che indica la differenza tra il tasso d'interesse attivo applicato sul credito e il tasso d'interesse passivo pagato sui depositi e sui conti correnti. Ogni banca è parte del sistema creditizio. Alla banca centrale (in Italia la Banca d'Italia) spetta il compito di vigilare sul sistema bancario e creditizio. L'attività bancaria ha un impatto sull'economia reale e monetaria. In particolar modo l'attività d'intermediazione bancaria svolge un importante funzione di creazione o di contenimento della moneta. Esistono diverse tipologie di banche: banca centrale, banca d'affari, banca di deposito, banca europea, banca mondiale, banca popolare. Negli ultimi anni i servizi bancari si sono notevolmente ampliati. Oltre ai tradizionali servizi di intermediazione tra risparmiatori e investitori, le banche moderne hanno aggiunto alla lista dei servizi erogati anche numerose operazioni complementari (es. ricarica telefonica, pagamento bollette ecc.) e nuovi servizi ad elevato valore aggiunto (es. consulenza finanziaria).

Una banca è un operatore economico intermediario tra le attività di investimento e di risparmio. La banca si occupa di raccogliere il risparmio dal mercato dagli operatori con un eccesso di liquidità ( famiglie ) mediante l'offerta dei conti correnti e dei depositi di risparmio. La liquidità bancaria così raccolta viene successivamente reiniettata sul mercato agli operatori in deficit di liquidità ( imprese ) tramite l'offerta del credito ( prestiti, finanziamenti, mutui, ecc. ). Il profitto dell'impresa bancaria è dato dalla differenza tra il tasso di interesse applicato sui depositi e il tasso di interesse applicato sul credito. Oltre alla raccolta del risparmio e all'offerta del credito le banche offrono anche diversi servizi bancari a valore aggiunto nell'ambito dell'intermediazione del mercato finanziario e dei titoli, i servizi di custodia dei preziosi, il cambio delle valute, l'assistenza e la consulenza al cliente finale. Le banche offrono i servizi bancari tramite la distribuzione delle agenzie e sportelli bancari sul territorio per un contatto fisico tra banca e la propria clientela. A partire dagli anni '90 alcune banche, dette banche online, hanno differenziato l'attività bancaria offrendo gli stessi servizi tramite il canale telematico ( home banking ). Dalla figura della banca deposito, fin qui analizzata, si distinguono le banche di affari e le banche centrali. La banca di affari è un operatore senza attività di raccolta dei risparmi e senza alcun servizio al pubblico ed effettua attività prevalentemente sui mercati finanziari internazionali. La banca centrale, invece, gestisce la liquidità e la politica monetaria di uno Stato.


 
 
commenti