Gli assegni familiari in busta paga ( lavoro )

Gli assegni familiari sono una prestazione istituita per sostenere le famiglie dei lavoratori dipendenti al di sotto di una determinata fascia di reddito. Sono uno strumento della politica assistenziale, in quanto sono finalizzati a sostenere economicamente le famiglie dei lavoratori. Gli assegni familiari sono un'assicurazione sociale contro il maggiore rischio della povertà che subiscono i lavoratori con maggiore carico di famiglia.

La natura previdenziale e non retributiva degli assegni

Pur contribuendo a formare il reddito del lavoratore, sono una delle voci nella busta paga, gli assegni familiari non hanno una natura retributiva bensì previdenziale. Il datore di lavoro anticipa l'importo al lavoratore su delega dell'Inps. Per questa ragione, in Italia la richiesta degli assegni familiari viene presentata all'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale.

A chi viene riconosciuto l'assegno familiare

L'assegno familiare è riconosciuto ai lavoratori dipendenti pubblici o privati, appartenenti a nuclei familiari composti da più persone i cui redditi sono al di sotto delle fasce di reddito minime previste dalla legge. L'assegno familiare consiste in una integrazione in busta paga a favore del lavoratore subordinato. L'importo dell'assegno familiare è determinato sulla base del numero dei componenti del nucleo familiare e della retribuzione del lavoratore.

L'assegno al nucleo familiare

Nel 1996 gli assegni familiari sono sostituiti con l'assegno al nucleo familiare e la prestazione è disciplinata con il nome di assegno unico al nucleo familiare. La prestazione è computata nella busta paga dei lavoratori subordinati aventi diritto.

Il modulo di richiesta dell'assegno familiare

MODULO ASSEGNO FAMILIARE Pur essendo nella busta paga del lavoratore, l'assegno ha natura previdenziale e non retributiva, in quanto viene erogato in anticipo dal datore di lavoro su delega dell'Inps e costituisce una prestazione di assicurazione sociale contro le situazioni di bisogno a carico delle famiglie povere. L'assegno contribuisce al reddito familiare del lavoratore e aumenta sensibilmente il suo reddito netto mensile, ma non è considerato come una retribuzione salariale.

La richiesta degli assegni familiari può essere effettuata dal lavoratore utilizzando gli appositi moduli dell'Inps a cui si rimanda per ogni ulteriore informazione sulle modalità di presentazione.

condividi su Facebook

 
 
commenti