test di verificaDomanda
Qual la parte variabile del verbo?



1 / 3 domande



Vuoi visualizzarlo sul tuo sito?

Il verbo

Cos'è il verbo

Il verbo è la parte invariabile del discorso che ha la funzione di predicare, ossia affermare qualcosa, sul soggetto della frase.

Generalmente i verbi descrivono un'azione, uno stato o una caratteristica.

la caratteristica, l'azione e lo stato

I verbi trasmettono un'informazione riguardante:

  • L'azione compiuta dal soggetto
    Es. "Gaia mangia la mela"
  • L'azione subita dal soggetto
    Es. "Il grano è stato danneggiato dalla pioggia"
  • Lo stato del soggetto
    Es. "L'automobile è parcheggiata"
  • Una caratteristica del soggetto
    Es. "Ilaria è dispettosa"

Nota. Nella lingua italiana i verbi sono un insieme aperto. È quindi possibile creare nuovi verbi. Periodicamente nascono nuovi verbi derivanti dall'evoluzione del lessico ( es. "twittare" ) mentre altri verbi diventano desueti.

La struttura di un verbo

Ogni forma verbale è composta da una radice e una desinenza.

la differenza tra radice e desinenza

  • La radice è la parte invariabile del verbo che esprime il significato del verbo.
    la radice del verbo
  • La desinenza è la parte variabile del verbo.
    la desinenza del verbo
    La desinenza trasmette altre informazioni del verbo riguardanti
    • il soggetto ( maschile/femminile, singolare/plurale)
      un esempio di legame tra desinenza e soggetto ( maschile/femminile, singolare/plurale )
    • il modo ( certo o incerto ) dell'azione
      il modo di un verbo può essere indicativo, congiuntivo, condizionale
    • il tempo dell'azione ( presente, passato, futuro )
      il tempo del verbo e la desinenza

La coniugazione

La coniugazione è l'insieme delle forme di un verbo per indicare la tipologia del soggetto ( persona, numero ), il modo e il tempo.

Le tre coniugazioni ( are, ere, ire )

Nella lingua italiana ci sono tre coniugazioni:

1a coniugazione -are pescare, amare, cantare, ecc.
2a coniugazione -ere vedere, cadere, leggere, ecc.
3a coniugazione -ire partire, mentire, salire, ecc.

La prima lettera della desinenza nelle coniugazioni è detta vocale tematica ( a+re, e+re, i+re ).

I verbi italiani sono classificati nelle tre coniugazioni ( -are, -ere, -ire ).

Fanno eccezioni i verbi ausiliari ( essere, avere ) che hanno una coniugazione propria.

La persona e il numero

Le persone che costituiscono il soggetto del verbo sono sei.

numero persona radice desinenza
singolare 1a io cant- -o
2a to cant- -i
3a egli cant- -a
plurale 1a noi cant- -iamo
2a voi cant- -ate
3a io cant- -ano

Le prime tre ( io, tu, egli/lui ) indicano il singolare.

Le ultime tre ( noi, voi, essi/loro ) indicano il plurale.

Il modo

Il modo del verbo è la modalità in cui si svolge l'azione ed è indicato dalla desinenza del verbo.

il modo di un verbo può essere indicativo, congiuntivo, condizionale

Nella lingua italiana ci sono due categorie di modi:

  • I modi finiti indicano con precisione la persona e il numero. Appartengono ai modi finiti il modo indicativo, congiuntivo, condizionale, imperativo.
  • I modi indefiniti non indicano la persona e il numero. Fanno parte dei modi indefiniti il modo infinito, participio e gerundio.
modi

modi finiti
indicativo
congiuntivo
condizionale
imperativo

modi indefiniti
infinito
gerundio
participio

Il tempo

Le desinenze del verbo indicano anche come si svolge l'azione nel corso del tempo.

I tempi del verbo possono essere:

  • I tempi semplici sono verbi costituiti da un'unica parola.
  • I verbi composti sono verbi formati dall'ausiliare ( essere, avere ) che indica la persona, il numero, il modo e il tempo e dal participio passato del verbo.
modi tempi semplici es. tempi composti es.

modi finiti
indicativo presente scrivo passato prossimo ho scritto
imperfetto scrivevo trapassato prossimo avevo scritto
passato remoto scrissi trapassato remoto ebbi scritto
futuro semplice scriverò futuro anteriore avrò scritto
congiuntivo presente scriva passato abbia scritto
imperfetto scrivessi trapassato avessi scritto
condizionale presente scriverei passato avrei scritto
imperativo presente scrivi

modi indefiniti
infinito presente scrivere passato avere scritto
gerundio presente scrivendo passato avendo scritto
participio presente scrivente passato scritto
https://www.okpedia.it/italiano/verbo


Segnala un errore o invia un suggerimento per migliorare la pagina


faq

  • Quanti sono i verbi nella lingua italiana?
    I verbi sono circa l'11% delle parole della lingua italiana.
  • E' possibile inventare nuovi verbi?
    Si, nel corso del tempo nascono nuovi verbi italiani dall'evoluzione del lessico e della lingua parlata. Spesso i nuovi verbi derivano da neologismi o dall'introduzione di parole d'uso comune in lingua straniera ( es. "Twitter" -> "twittare" ).
  • Come riconoscere un verbo
    Una parola è un verbo se è possibile modificarla per indicare un tempo diverso e una persona diversa.
    come riconoscere un verbo


I verbi nella lingua italiana


FacebookTwitterLinkedinLinkedin