Henri Matisse

Henri Émile Benoît Matisse è stato un pittore, incisore, illustratore e scultore francese. Nacque a Le Cateau-Cambrési il 31 dicembre 1869 – morì a Nizza il 3 novembre 1954. È uno dei più noti artisti del XX secolo, divenuto famoso come esponente della corrente dei Fauves. Visse i suoi primi anni della giovinezza a Bohain-en-Vermandois nella Francia Nord-orientale. Si trasferì a Parigi per studiare legge e cominciò a dipingere nel 1889 durante la convalescenza seguente ad un attacco di appendicite. L'amore per l'arte lo spinse a lasciare gli studi per intraprendere quelli d'arte all'Académie Julian, divenendo studente di William-Adolphe Bouguereau e Gustave Moreau. Inizialmente i suoi soggetti preferiti erano nature morte e paesaggi. L'amicizia con Russell lo avvicinò all'Impressionismo e a Van Gogh. Da Russel acquisì le nuove teorie del colore. La sua maturazione artistica lo portò ad enfatizzare il colore. I dipinti del primo '900 sono caratterizzati da forme appiattite e linee controllate, dove l'espressione domina sui dettagli.

Matisse e il fauvismo

Il Salon d'Automne del 1905 fu l'occasione per lanciare il nuovo stile. Diversi artisti accomunati dall'appellativo Fauves (bestie selvaggie) presentarono opere dai colori violenti per esprimere emozioni senza riguardo al colore naturale del soggetto. Matisse mostrò Finestra aperta e Donna col cappello. Matisse fu riconosciuto come uno dei suoi maggiori esponenti. Opere fuori del solco della formalità e con l'ambizione di seguire le proprie visioni. Il fauvismo non trovò grandi apprezzamenti dai critici contemporanei, al contrario ricevette dure critiche e il movimento decadde in pochi anni. Tuttavia fu proprio in questi anni, dal 1906 al 1917, che Henri Matisse produsse le sue opere più celebri. Negli stessi anni organizzò a Parigi l'Académie Matisse, una scuola privata nella quale Matisse educava i giovani artisti.

Dopo Parigi

Trasferitosi in Costa Azzurra, i lavori successivi di Matisse mostrano un ammorbidimento dell'approccio iniziale e un ritorno all'ordine. La separazione dalla moglie nel 1939 e il cancro diagnosticato nel 1941 segnarono bruscamente i suoi ultimi anni di vita. La malattia lo costrinse alla sedia a rotelle. Non smise tuttavia di dipingere, al contrario sperimentò nuove tecniche, scrisse un libro (Jazz) contenente stampe e pensieri. Partecipò alla progettazione dei decori interni della Chapelle du Rosaire a Vence. Henri Matisse Scomparve nel 1954 a seguito di un attacco cardiaco.

Le opere di Matisse

( okpedia )


Henri Émile Benoît Matisse è stato un pittore, incisore, illustratore e scultore francese. Nacque a Le Cateau-Cambrési il 31 dicembre 1869 – morì a Nizza il 3 novembre 1954. E' uno dei più noti artisti del XX secolo, divenuto famoso come esponente della corrente dei Fauves. Visse i suoi primi anni della giovinezza a Bohain-en-Vermandois nella Francia Nord-orientale. Si trasferì a Parigi per studiare legge e cominciò a dipingere nel 1889 durante la convalescenza seguente ad un attacco di appendicite. L'amore per l'arte lo spinse a lasciare gli studi per intraprendere quelli d'arte all'Académie Julian, divenendo studente di William-Adolphe Bouguereau e Gustave Moreau. Inizialmente i suoi soggetti preferiti erano nature morte e paesaggi. L'amicizia con Russell lo avvicinò all'Impressionismo e a Van Gogh. Da Russel acquisì le nuove teorie del colore. La sua maturazione artistica lo portò ad enfatizzare il colore. I dipinti del primo '900 sono caratterizzati da forme appiattite e linee controllate, dove l'espressione domina sui dettagli.

Matisse e il fauvismo

Il Salon d'Automne del 1905 fu l'occasione per lanciare il nuovo stile. Diversi artisti accomunati dall'appellativo Fauves (bestie selvaggie) presentarono opere dai colori violenti per esprimere emozioni senza riguardo al colore naturale del soggetto. Matisse mostrò Finestra aperta e Donna col cappello. Matisse fu riconosciuto come uno dei suoi maggiori esponenti. Opere fuori del solco della formalità e con l'ambizione di seguire le proprie visioni. Il fauvismo non trovò grandi apprezzamenti dai critici contemporanei, al contrario ricevette dure critiche e il movimento decadde in pochi anni. Tuttavia fu proprio in questi anni, dal 1906 al 1917, che Henri Matisse produsse le sue opere più celebri. Negli stessi anni organizzò a Parigi l'Académie Matisse, una scuola privata nella quale Matisse educava i giovani artisti.

Dopo Parigi

Trasferitosi in Costa Azzurra, i lavori successivi di Matisse mostrano un ammorbidimento dell'approccio iniziale e un ritorno all'ordine. La separazione dalla moglie nel 1939 e il cancro diagnosticato nel 1941 segnarono bruscamente i suoi ultimi anni di vita. La malattia lo costrinse alla sedia a rotelle. Non smise tuttavia di dipingere, al contrario sperimentò nuove tecniche, scrisse un libro (Jazz) contenente stampe e pensieri. Partecipò alla progettazione dei decori interni della Chapelle du Rosaire a Vence. Henri Matisse Scomparve nel 1954 a seguito di un attacco cardiaco.

Le opere di Matisse

condividi
 
 
commenti