Trasferimenti

I trasferimenti sono pagamenti unilaterali effettuati da alcuni soggetti economici a favore di altri soggetti economici ( beneficiari ) per scopi sociali o produttivi. I trasferimenti sono pagamenti privi di contropartita in termini di beni e/o di servizi. Le operazioni di trasferimento si distinguono dalla spesa pubblica ( G ) in quanto non consistono nell'offerta di beni e di servizi pubblici. In genere, i trasferimenti consistono nel pagamento unilaterale dello Stato a favore dei soggetti beneficiari ( famiglie o imprese ).

  • Trasferimenti alle famiglie. I trasferimenti alle famiglie consistono in un pagamento unilaterale dello Stato alle famiglie. Ad esempio, i contributi sociali sono un esempio di trasferimento che consente di offrire servizi sociali a favore delle famiglie meno abbienti o in difficoltà ( sicurezza sociale ) tramite l'erogazione degli assegni familiari, delle pensioni, degli ammortizzatori sociali, dei sussidi alla disoccupazione, ecc.
  • Trasferimenti alle imprese. Il trasferimento alle imprese consistono in un pagamento unilaterale dello Stato alle imprese. Sono contributi alla produzione, incentivi agli investimenti e interventi di defiscalizzazione a favore delle imprese operanti in una regione o in un particolare settore merceologico, al fine di agevolare lo sviluppo economico delle aree depresse o il decollo di settori economici strategici.

I trasferimenti sono uno strumento di politica economica che consente di perseguire sia obiettivi economici che obiettivi politico-sociali. Le principali finalità di utilizzo dei trasferimenti come strumento di politica economica sono le seguenti:

  • Equità / distribuzione. I trasferimenti consentono al policy maker di intervenire direttamente intervenire sulla redistribuzione del reddito per raggiungere un particolare obiettivo in termini di distribuzione del reddito, delle risorse o della ricchezza ( equità )
  • Sviluppo economico. I trasferimenti consentono di attuare le politiche di sviluppo economico delle aree più depresse del paese.
  • Stabilizzazione economica. I trasferimenti sono anche uno strumento di intervento per la stabilizzazione del ciclo economico. In fase espansiva, i trasferimenti consentono di frenare l'inflazione sui prezzi causata dalla rapida crescita della domanda. Viceversa, in fase recessiva i trasferimenti permetto di sostenere le imprese ( contributi, incentivi ) e le famiglie ( sussidi ) più colpite dalla recessione. Nella fase recessiva i trasferimenti consentono di mantenere più alto il potere di acquisto delle famiglie e di evitare o mitigare la caduta della domanda interna.

Pur contribuendo alla formazione del reddito disponibile degli operatori economici beneficiari, i trasferimenti ( TR ) non rappresentano la remunerazione dei fattori produttivi, né il pagamento a fronte di una contropartita in termini di beni e servizi pubblici. Per un approfondimento si rimanda alla lettura della pagina dedicata al modello reddito-spesa con settore pubblico.




Modello reddito-spesa