Storia

La storia è la disciplina che si occupa dello studio e della ricostruzione delle vicende umane del passato. La parola storia deriva dal greco historia ossia indagine. La storia si avvale di fonti, qualsiasi cosa possa far conoscere con certezza un evento, un fatto, ecc, per ricostruire ciò che è stato significativo per l'evoluzione della specie umana e lo svilppo e il declino delle civiltà sotto l'aspetto politico, economico, militare, sociale, religioso e culturale dell'epoca. In particolar modo la storia si basa sui documenti scritti. La metodologia storica, usando le fonti primarie e le testimonianze, si pone l'obiettivo dell'esatta ricostruzione di ciò che è accaduto per comprendere l'evoluzione delle cose nel corso del tempo e la loro relazione con l'uomo. La storia divide gli eventi definendone un inizio ed una fine, stabilendo quindi dei periodi storici (preistoria, storia antica, storia medievale, storia moderna, etc).

Quando inizia la storia. Per convenzione la storia narra le vicende dell'uomo nel corso del tempo a partire dall'invenzione della scrittura nel 3000 avanti Cristo (a.C.). I fatti, gli eventi e le vicende delle prime civiltà sono ricostruite prendendo come fonte esclusivamente le testimonianze e i documenti scritti. I fatti e le vicende antecedenti alla scoperta della scrittura sono oggetto di studio della preistoria.

Periodi della storia. Come disciplina di studio la storia ha l'obiettivo di ricercare una narrazione sistematica degli eventi della storia dell'uomo a partire dalla storia antica fino a giungere alla storia moderna. La storia si divide in cinque periodi principali:

La cronologia della storia dell'uomo è un'opera colossale che parte dalla preistoria per poi immergersi nella storia antica, medievale, moderna e contemporanea. In questa breve introduzione cercheremo di semplificare e sintetizzare la cronologia storica, prendendo spunto dagli eventi più importanti. La storia dell'uomo occupa uno squarcio infinitesimale del tempo trascorso dalla nascita della Terra. Il cammino dell'uomo è man mano passato per diverse fasi, sempre più legate alle conquiste tecnologiche e culturali, dall'Età della pietra all'Età del rame, dall'Età del bronzo all'Età del ferro.

Prime civiltà della storia

Le prime civiltà della storia sono nate sulle sponde dei grandi fiumi afroasiatici. Sul Nilo sorge la civiltà dell'Antico Egitto, mentre tra i fiumi Tigri ed Eufrate sorge la civiltà della Mesopotamia. L'Europa è ancora un vasto territorio popolato da tribù-famiglia con grado di sviluppo culturale nettamente arretrato rispetto ai territori mesopotamici. Lo spostamento delle tribù dà luogo a secolari migrazioni di popoli in tutto il mondo. Quella più conosciuta ed importante è senza dubbio la migrazione indoeuropea. Contemporaneamente alle civiltà egiziane e mesopotamiche, nel lontano oriente sorgono la civiltà cinese e la civiltà indiana.

Civiltà greca

Nel II millennio a.C. le popolazioni indoeuropee degli achei, degli ioni e degli eoli, provenienti da nord, si insediano nella penisola greca. Nell'isola di Creta si sviluppa la civiltà minoica. Gli scambi commerciali tra i minoici e le popolazioni greche favoriscono l'ascesa della civiltà greca che, beneficiando anche dell'influsso culturale minoico, si sostituiscono ai primi nell'egemonia e nel controllo del Mar Egeo. Nasce la civiltà micenea dal nome della città dominante di Micene. L'invasione dorica alla fine del XII secolo a.C. causa la decadenza micenea, facendo iniziare un lungo periodo denominato medioevo greco.

Civiltà romana

La civiltà romana ha inizio nel VIII secolo a.C. con l'espansione della comunità di latini stanziata sul Tevere nei pressi dell'attuale isola Tiberina. La crescita dei romani modifica radicalmente gli equilibri dell'Italia preromana sostituendoli con una organizzazione federale che vede la città di Roma a capo di tutti i popoli italici.



 
 







 

Storia

Ultimo aggiornamento

Home | Bibliografia |