Spamdexing

Lo spamdexing è un'attività finalizzata ad ottenere il posizionamento ai primi posti sui risultati dei motori di ricerca tramite metodologie o tecniche illecite. Il termine spamdexing è composto dalle parole spamming e indexing (indice del motore di ricerca) ed è utilizzato con l'accezione di spam sui motori di ricerca. Sono considerate spamdexing le door page (o doorway pages), la pubblicazione del testo nascosto o di keywords/contenuti finalizzata ad essere letta dai motori di ricerca e non dagli utenti finali. I search engine aggiornano continuamente i propri spider per riconoscere ed eliminare le pagine di spamdexing dai propri indici. L'attività di spamdexing non va confusa con le attività SEO di ottimizzazione e di posizionamento naturale di una pagina web sui motori di ricerca.

Differenza tra SEO e spamdexing. Le attività SEO (Search Engine Optimization) si basano sull'ottimizzazione di una pagina web destinata ad essere letta dagli utenti allo scopo di agevolare il posizionamento naturale sui motori di ricerca. Le attività di spamdexing, al contrario, si basano sullo sviluppo di contenuti web destinati ad essere letti soltanto dai motori di ricerca. Lo spamdexing tende ad ingannare gli algoritmi dei search engine. Il Search Engine Optimization, invece, si limita ad agevolare la lettura delle informazioni da parte degli spider dei search engine. A differenza delle attività di SEO lo spamdexing può comportare anche l'esclusione di un sito web dagli indici di un motore di ricerca. Alcune tecniche SEO del passato sono diventate spamdexing con il passare del tempo. È il caso, ad esempio, delle door page ( okpedia ).

condividi

 
 
commenti



note

  • il termine spamdexing viene utilizzato per riferirsi all’azione di creare o modificare un documento con la precisa finalità di trarre in inganno un motore di ricerca. Viene definita spamdexing qualsiasi metodologia che riesca a migliorare il posizionamento di un sito. Lo spamdexing arreca dei danni alla qualità del database di un motore di ricerca. Queste tecniche di posizionamento sono dette anche spamming o spoofing.