Quattordicesima

La quattordicesima mensilità è la retribuzione aggiuntiva che il lavoratore percepisce una volta all'anno. La quattordicesima mensilità ha origine contrattuale tra le parti sociali, pertanto è prevista soltanto nei settori dell'economia in cui le parti sociali (lavoro e impresa) si sono esplicitamente accordati su di essa nella relativa contrattazione collettiva del settore. La contrattazione collettiva fissa con precisione la data in cui viene erogata dal datore di lavoro al lavoratore dipendente e i criteri di calcolo. La quattordicesima è distribuita ai lavoratori una volta all'anno nel periodo prima dell'estate all'inizio dell'estate (giugno-luglio). La data di pagamento della quattordicesima è solitamente fissata dalla contrattazione collettiva. La quattordicesima ha natura contrattuale tra le parti e non legale. La disciplina della quattordicesima si riferisce esclusivamente agli accordi intercorrenti tra le parti sociali.La quattordicesima concorre alla formazione dell'imponibile previdenziale per il calcolo dei contributi di assistenza e previdenza. Inoltre, la quattordicesima concorre alla formazione del reddito da lavoro dipendente e al reddito imponibile ai fini fiscali.

Calcolo della quattordicesima

Nel calcolo della quattordicesima sono presi in considerazione il numero dei mesi interi di servizio prestato da parte del lavoratore dipendente negli ultimi 12 mesi e la retribuzione lorda del lavoratore. La quattordicesima si determina in base ai mesi interi di servizio prestato nei 365 giorni precedenti all'erogazione, in media prendendo in considerazione una singola mensilità dello stipendio nel caso in cui il rapporto di lavoro a retribuzione fissa è stato svolto in modo continuato per almeno anno. Qualora il lavoratore non abbia maturato dodici mesi di servizio la quattordicesima viene calcolata in proporzione ai mesi interi effettivamente lavorati. Nel caso dei lavoratori a provvigione il calcolo della quattordicesima si basa sulla media delle componenti fisse e variabili della retribuzione percepita dal lavoratore nei dodici mesi precedenti. Il CCNL di settore può comunque disporre regole ad hoc per i lavoratori del settore economico di riferimento. La quattordicesima deve essere sempre considerata come una mensilità aggiuntiva e non sostitutiva di altre prestazioni lavorative. Nel computo della Quattordicesima devono essere considerati anche i giorni di assenza giustificati del lavoratore. Nel contratto collettivo di riferimento sono indicati i criteri ed i casi nei quali il lavoratore ha diritto alla maturazione della quattordicesima mensilità.

Contributi e imposte

La quattrordicesima contribuisce alla formazione del reddito da lavoro dipendente, pertanto concorre anche alla formazione della base imponibile del lavoratore (art.51 d.P.R. n.917/1986). La mensilità aggiuntiva concorre anche alla formazione dell'imponibile ai fini previdenziali per il computo dei contributi di assistenza e di previdenza sociale. Alla quattordicesima sono detratti i contributi sociali e le ritenute fiscali. Essendo generalmente erogata insieme ad una normale retribuzione mensile ordinaria il calcolo dei contributi e delle imposte si cumula. In caso di fine rapporto di lavoro le mensilità aggiuntive sono considerate e aggregate insieme alle altre mensilità di retribuzione del lavoro.

La quattordicesima mensilità in un rapporto di lavoro consiste nel pagamento di uno stipendio extra nel periodo prima dell'estatate, in genere da metà giugno a fine luglio. La data di pagamento della quattordicesima è solitamente fissata dalla contrattazione collettiva. La quattordicesima ha natura contrattuale tra le parti e non legale. La disciplina della quattordicesima si riferisce esclusivamente agli accordi intercorrenti tra le parti sociali.

condividi su Facebook

 
 
commenti