Problema giocattolo

Un problema giocattolo è un test utilizzato per verificare l'efficacia e l'efficienza degli algoritmi nella risoluzione dei problemi. Il problema giocattolo è anche conosciuto come toy problem ed è utilizzato sia in informatica e sia nello studio dei sistemi di intelligenza artificiale. Consiste in un problema non derivante da utilità pratiche ed è simile ad un qualsiasi passatempo o ad un gioco. Esempi di problemi giocattolo sono il rompicapo a 8 tasselli, il cubo di Rubik o cubo magico, problemi matematici, ecc. I problemi giocattolo sono caratterizzati da una descrizione standard, da regole chiare e da obiettivi precisi da raggiungere. Si distinguono dai problemi reali per il minore grado di complessità e di interpretazione. Possono essere sia problemi NP-Completi, la cui misurazione degli stati possibili è sempre determinabile, e sia problemi con infiniti stati possibili. I problemi giocattolo sono sottoposti agli algoritmi di risoluzione dei problemi per analizzare e confrontare la loro abilità a giungere alla soluzione ( efficacia ) e il tempo e le risorse necessarie per risolvere il problema ( efficienza ). Essendo problemi standard consentono la comparazione omogenea e imparziale degli algoritmi di risoluzione dei problemi.




Intelligenza artificiale