Ottimo paretiano

L'ottimo paretiano ( ottimo di Pareto ) è una situazione di allocazione efficiente delle risorse. In un ottimo di Pareto non è possibile migliorare il benessere ( utilità ) di un soggetto, senza peggiorare il benessere degli altri soggetti. L'ottimo paretiano è un concetto economico di valutazione dell'efficienza, sviluppato dall'economista italiano Vilfredo Pareto da cui prende il nome ( "paretiano" ). Ad esempio, dati due consumatori in un'economia di scambio, un equilibrio è un ottimo di Pareto se è impossibile migliorare l'utilità di un consumatore, tramite una variazione delle sue scelte, senza che ciò comporti un peggioramento dell'utilità dell'altro consumatore. In una scatola di Edgeworth una situazione di ottimo di Pareto si verifica in un punto di contratto, ossia nel punto di tangenza tra le due famiglie di curve di indifferenza dei consumatori. Nel seguente diagramma il punto E non è un ottimo paretiano mentre il punto E* è un ottimo paretiano.

OTTIMO PARETIANO

Nell'economia politica l'allocazione Pareto-efficiente è la migliore situazione possibile in termini di efficienza allocativa e produttiva. L'ottimo di Pareto è un punto di massimo miglioramento della struttura economica. In un ottimo paretiano è impossibile migliorare la situazione di un soggetto senza comprometere quella di un altro soggetto. Se ciò fosse possibile, infatti, dal punto di vista sociale sarebbe possibile migliorare la situazione di alcuni soggetti senza peggiorare quella degli altri ( miglioramento dell'efficienza paretiana ).

Utilità interpresonale. Il criterio dell'efficienza paretiana consente di determinare un ottimo sociale efficiente dell'allocazione delle risorse di un'economia, senza dover prendere in considerazione i confronti interpersonali dell'utilità degli indiviudi. In tal modo Pareto evita una delle principali critiche all'utilitarismo.

Equità. L'ottimo paretiano permette di misurare l'efficienza economica di un equilibrio ma non dice nulla sul livello di equità. L'ottimo paretiano è indipendente dall'equità in quanto non consente di confrontare se un equilibrio è più o meno equo rispetto a un altro. Una situazione di ottimo paretiano può verificarsi sia in presenza di equa ( equità ) che di iniqua distribuzione del reddito e della ricchezza. Questo è uno dei principali limite dell'adozione del criterio dell'ottimo paretiano come strumento di valutazione sociale della politica economica. Ad esempio, un intervento di redistribuzione del reddito dalle fasce più ricche a quelle più povere della popolazione, pur consentendo di ottenere un elevato miglioramento sociale in termini di equità, non è un miglioramento in senso paretiano poiché le fasce più ricche sono danneggiate dalla manovra.

Equilibrio walrasiano. Secondo i teoremi del benessere, se le curve di indifferenza e le curve di isoquanto sono convesse, per ogni allocazione pareto-efficiente ( ottimo paretiano ) esiste un vettore di prezzi tale da consentire un equilibrio walrasiano sia nello scambio che nella produzione.




Microeconomia

Scambio

Produzione