Feedback

Il feedback è la caratteristica dei sistemi dinamici di automodificarsi in base ai risultati ottenuti. Il termine feedback significa letteralmente 'retroazione'. In un sistema il feedback è la retroazione che memorizza il risultato del sistema e lo aggiunge ai parametri d'ingresso del sistema stesso. In uno schema a blocchi il feedback è rappresentato nel seguente modo:

sistema con feedback (retroazione)

I sistemi con feedback (o sistemi retroazionati) sono anche detti sistemi ad anello chiuso. Si distinguono dai sistemi non retroazionati (ad anello aperto) i quali sono privi di feedback. Nei modelli predittivi l'uso del feedback consente di verificare se il valore atteso dal modello è uguale al valore rilevato nella realtà. Ad esempio, un modello predittivo in campo economico prende come input una serie di variabili economiche (PIL, disoccupazione, debito pubblico ecc) per calcolare il tasso di crescita futuro. Lo scostamento tra il tasso di crescita osservato e quello atteso viene reimmesso tra gli input del sistema predittivo per correggere le previsioni successive. In questo modo il sistema si autocorregge ed autoperfeziona con il passare del tempo. Il concetto di 'feedback' (o feed-back) è abitualmente utilizzato sia nelle scienze matematicheche nelle scienze sociali. Possiamo trovarlo nella teoria dei sistemi come nelle scienze della comunicazione, negli studi di psicologia, economia, filosofia, informatica ecc.

Tipi di retroazione

Un sistema retroazionato può essere classificato in base alla tipologia della retroazione (feedback). Possiamo distinguere:

  • Sistemi a retroazione positiva. Si osserva quando i risultati del sistema reimmessi come feedback nel ciclo successivo contribuiscono ad amplificare il risultato. Questi sistemi sono tendenzialmente instabili e divergenti.
  • Sistemi a retroazione negativa. Si osserva quando i risultati del sistema reimmessi come feedback nel ciclo successivo contribuiscono ad attenuare il risultato. Questi sistemi sono tendenzialmente stabilizzanti e convergenti. Il modello predittivo economico dell'esempio precedente è un tipico caso di sistema a retroazione negativa in quanto è finalizzato a ridurre gli errori previsionali in campo economico.

Ritardo della retroazione

Ogni retroazione (feedback) non è istantanea. Ciò vuol dire che, dal momento in cui il sistema calcola un risultato al momento in cui lo inserisce tra i parametri di input del ciclo successivo e nel sistema di controllo, passa un determinato lasso di tempo. Il sistema retroazionato non si autoregola istantaneamente con il risultato ottenuto. L'anello di retroazione implica sempre la presenza di un ritardo del controllo che può essere la causa determinante dell'instabilità del sistema manifestando effetti di tipo oscillatorio. Ad esempio, se l'acqua di un rubinetto è troppo fredda chi fa la doccia gira il miscelatore verso l'acqua calda. Dovrà però tenere in conto del ritardo necessario alla caldaia per aumentare la temperatura e all'acqua calda di arrivare fino al soffione della doccia. Senza tenere in conto di questo ritardo si continuerebbe a girare il miscelatore verso l'acqua calda causando l'arrivo progressivo di acqua troppo calda ed ustionante. A questo punto la persona dovrà girare il miscelatore verso l'acqua fredda. Il processo continua all'infinito. Questo semplice esempio può sembrare banale... ma rende bene l'idea dell'instabilità oscillatoria dei sistemi retroazionati quando non si prende in conto il ritardo della retroazione.



 
 







 

Retroazione

Ultimo aggiornamento

    Home | Bibliografia |