Cosa si intende per blog marketing? Si può facilmente intuire. Il blog è un canale di comunicazione online gratuito, spesso utilizzato dagli utenti come diario personale. Qualche volta il nome blog è riduttivo. Alcuni blog sono diventati vere e proprie community frequentate da migliaia di lettori ogni giorno. Il miglior caso tra tutti è senza dubbio il blog di Beppe Grillo (www.beppegrillo.it) - in assoluto il blog italiano più visitato al mondo e una vera e propria case history internazionale sul genere. Di recente anche le aziende hanno scoperto la leva di comunicazione offerta dai blog. Rispetto ai siti web tradizionali-pubblicitari nei blog spicca l'elemento personale e relazionale. Se io mi fido di tizio e tizio consiglia un servizio/prodotto sarò portato perlomeno a dargli attenzione, di sicuro più che in risposta a uno spot pubblicitario. Il blog-marketing è quindi il tentativo delle aziende di utilizzare il canale blog per finalità marketing. Ci riescono? ...forse no, o perlomeno è molto raro. Ogni blogger possiede una propria credibilità e difficilmente è disposto a bruciarla per promuovere un prodotto o servizio in modo aperto. Farlo in modo subdolo sarebbe anche peggio. Verrebbe meno quel rapporto di fiducia tra blogger e lettori. Certamente, qualcuno potrà anche cadere nella tentazione e accettare ma il risultato finale dell'operazione pubblicitaria non sarebbe efficace né per l'azienda né tantomeno per il blogger stesso. Per blog marketing preferiamo un'altra definizione. A nostro giudizio il vero blog marketing è l'apertura di un blog da parte della stessa azienda. Ad esempio per mettere in contatto i progettisti dei prodotti con i clienti, un modo anche per coinvolgere la clientela ai processi di ricerca e sviluppo. Oltre alle finalità pubblicitarie e di fidelizzazione il blog marketing, così concepito, permette di ricevere importanti feedback sulla propria attività. In particolar modo quando si progetta qualcosa. Non spaventatevi però se vedrete anche molte critiche arrivare. I clienti insoddisfatti utilizzeranno il blog per comunicarvi la loro opinione negativa. Non censurateli. Nessun prodotto o servizio è perfetto e tutto è sempre migliorabile. Su Internet esistono diverse soluzioni gratuite. Bastano pochi clic per aprire un blog, scegliere una grafica e iniziare ad alimentarlo. Queste soluzioni sono veramente facili da utilizzare e hanno il grande vantaggio di non costare nulla. Il consiglio è quindi quello di iniziare così. Nel momento in cui il vostro blog inizia ad essere molto visitato, allora dovrete mettere in conto l'apertura di un hosting e l'installazione di un software blog. Anche in questo caso sono disponibili sul web molte soluzioni open source a costo zero. Dovrete però mettere in conto la spesa iniziale di installazione (se vi rivolgete a un webmaster) e la spesa annuale dell'hosting.

condividi su Facebook

 
 
commenti